La prima edizione di Potere alle Parole Lab in carcere realizzata nell’ambito del progetto La Biblioteca è una bella storia ha dato come esito un album e un concerto in esterna (alla libreria laFeltrinelli di Piazza Piemonte a Milano)

Dopo il successo di questa edizione e vista la potenza delle storie dei ragazzi, Mirko Kiave e Potere alle Parole Lab sono tornati alla Casa Circondariale di Monza anche nel 2015, per il progetto Violenza e Libertà sostenuto da Centro servizi per il volontariato di Monza e Brianza (CSV M&B). Dal laboratorio sono nati un nuovo album, un laboratorio di murales con l’artista Giacomo Silva e un concerto in carcere aperto alla città.

Second Round è il titolo dell’album di undici tracce realizzato dai ragazzi dell’istituto monzese.

Il 29 maggio, durante la grande festa aperta alla città per la chiusura del progetto di coesione sociale la Biblioteca è una bella storia, i rapper di Potere alle Parole Lab hanno affrontato il live con la supervisione del loro maestro.
Il giornalista e autore radiofonico Massimo Cirri ha presentato il concerto, le letture preparate per l’occasione e i numerosi interventi. Le attrici Chiara Stoppa e Virginia Zini hanno recitato testi scritti dai detenuti accompagnate dalla fisarmonica di Giulia Bertasi. Presenti, tra gli altri, Carlo Feltrinelli, Gad Lerner, Alessandro Mari e Alberto Rollo.

In occasione della festa sono stati inaugurati anche i murales che sette ragazzi di diverse sezioni – Alfredo, Celso, Dario, Gherson, Luca, Marco e Michael – hanno progettato in mezza giornata e realizzato in tre, coordinati dall’artista Giacomo Silva.

Ascolta le undici tracce realizzate dai rapper Lyro Baby, Manolo, Mario MOF e Territoria su soundcloud

Articolo pubblicato in Articoli, il 30 maggio 2015