18156244_1548487881837025_7791022848480478596_o

Perché non riusciamo a vivere “insieme senza muri”?

Da oggi Il Razzismo è una brutta storia aderisce ufficialmente alla raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare della campagna «Ero straniero – L’umanità che fa bene», per cambiare le politiche sull’immigrazione in Italia, superando la Bossi-Fini.

La campagna è promossa da Radicali Italiani con Emma Bonino, Fondazione Casa della carità Angelo Abriani, Acli, Arci, Asgi, Centro Astalli, Cnca, A Buon Diritto, Cild, con il sostegno di numerose organizzazioni impegnate sul fronte dell’immigrazione e il supporto di un’ampia rete che conta già 100 sindaci.

La proposta di legge prevede, in sintesi, l’introduzione di canali diversificati di ingresso per lavoro, forme di regolarizzazione su base individuale degli stranieri già radicati nel territorio, misure per l’inclusione socialelavorativa di richiedenti asilo e rifugiati, l’effettiva partecipazione alla vita democratica col voto amministrativo e l’abolizione del reato di clandestinità.

LEGGI LA PROPOSTA  proposta-di-legge-per-soggiorno-e-inclusione-stranieri_def, per cui servono 50.000 firme, ed ecco dove puoi firmare!

Dove firmare a Milano

Lunedì 15 maggio, dalle ore 9.30 alle ore 13.30

Casa della carità – Via F. Brambilla. 10

Martedì 16 maggio, dalle ore 9.30 alle ore 17.00
Casa della carità – Via F. Brambilla. 10

Giovedì 18 maggio, dalle ore 21.00
Anteo SpazioCinema – via Milazzo, 9
in occasione della proiezione del film “Straniero io” promossa dalla Camera del Lavoro di Milano

Venerdì 19 maggio, dalle ore 9.30 alle ore 17.30
Casa della carità – Via F. Brambilla. 10

Sabato 20 maggio, dalle ore 14.30
durante la marcia “20 maggio – Insieme senza muri”

Mercoledì 24 maggio, dalle ore 9.00 alle ore 16.00
Università degli Studi di Milano – via Festa del Perdono
in occasione del convegno “Accogliere emergenze, promuovere diritti”promosso dal SOUQ – Centro Studi Sofferenza Urbana della Casa della carità.

***

Per restare aggiornato sulla campagna, clicca qui.

 

 

 

Articolo pubblicato in 20 maggio, il 11 maggio 2017